Armando Boccieri - Gobba Nasale
RINOPLASTICA: A CHE ETA'?
L' ETA' GIUSTA PER LA RINOPLASTICA

La rinoplastica è un intervento che viene effettuato in genere dopo i 18 anni, si aspetta questa età innanzitutto perché è preferibile attendere che l’accrescimento corporeo sia finito e quindi il risultato del rimodellamento nasale sia stabile e non si modifichi nel tempo. Inoltre esiste anche un motivo medico-legale perché, se l’intervento viene eseguito prima della maggiore età, la legge prevede che il consenso informato venga definito e firmato dai genitori oltre che dal minore.
Ad ogni modo questa regola generale può avere delle eccezioni in quanto a volte un minorenne può presentare dei disturbi respiratori e/o una deformità estetica nasale di tale gravità che non possono attendere per la correzione altrimenti provocherebbero danni funzionali e psicologici di notevole entità. In questi casi, affinchè il chirurgo possa prendere una decisione con sicurezza e serenità, è fondamentale che si stabilisca un dialogo aperto e sincero con il paziente e la sua famiglia in maniera tale da fare chiarezza sulle motivazioni all’intervento.
Da un lato diametralmente opposto sta la rinoplastica eseguita in età matura che può avere giuste motivazioni sia da un punto di vista funzionale-ricostruttivo che da un punto di vista estetico. Infatti a volte un disturbo funzionale con implicazioni estetiche, trascurato per molti anni a causa di vari problemi e per timore, viene affrontato con la giusta determinazione solo più in avanti con gli anni. Peraltro l’intervento fa realizzare a questi pazienti un miglioramento così insospettato nella qualità della vita a prezzo di piccoli fastidi che spesso gli stessi pazienti si rammaricano di non averlo eseguito alcuni anni prima. Anche la rinoplastica puramente estetica eseguita in età matura può avere una valida indicazione. Infatti un “effetto di ringiovanimento” che spesso si associa al cambiamento estetico può dare la giusta spinta ai pazienti in quella fase della vita per migliorare o ampliare i propri rapporti interpersonali.

 

 
LA RICHIESTA DELLA RINOPLASTICA COMINCIA CON I GENITORI

Paziente di 18 anni che già da qualche anno chiedeva ai genitori di potersi operare di rinoplastica per la presenza di un naso troppo prominente con una gobba nel profilo.
La rinoplastica ha accontentato le aspettative di questa govanissima ragazza eliminando la gibbosità dal profilo e diminuendo la proiezione della punta nasale nello spazio.

       
       

 

 

 
L' ATTESA DEL MOMENTO DELL'INTERVENTO

Questa paziente fin dalla età di 17 anni desiderava sottoporsi ad una rinoplastica per eliminare la presenza di una “gobbetta” del dorso nasale.
D’accordo con la famiglia, seguendo una scelta logica e prudente, si è atteso il compimento dei 18 anni per eseguire l’intervento che oltre ad eliminare la gobba dorsale ha realizzato anche una lieve rotazione della punta nasale che ha reso il risultato più gradevole.

       
       

 

 
LA RINOPLASTICA "TRAMPOLINO DI LANCIO" PER REALIZZARE UN SOGNO...

Storia di una paziente operata al compimento dei 18 anni.

   
        Poco prima della   rinoplastica
   
              Oggi: modella  professionista

 Testimonianza della paziente:

"Dottor Boccieri, ringraziarla per la sua grande professionalità forse è il minimo che io possa fare, lei non immagina quanto il suo intervento mi abbia cambiato la vita. 
Mi ricordo ancora la prima volta che l’ho incontrata, il suo modo di fare, il suo garbo, mi hanno fatto capire che era la persona giusta per risolvere un “piccolo problema” ,una gobbetta al mio naso che mi rendeva così fragile e timida e il mio continuo starnutire al mattino a causa della deviazione del setto nasale (forse il problema maggiore).
Sembra una sciocchezza ma questo piccolo difetto a me creava inconsciamente problemi. Mi vergognavo moltissimo e chiunque mi guardava pensavo lo facesse esclusivamente per guardare il mio naso.
Ho ancora vivo il ricordo del giorno dell’operazione, la sua cuffia verde, il suo sorriso, i suoi collaboratori, la mia faccia al momento del risveglio. I miei genitori ancora ridono, perché mi hanno raccontato che non appena ho aperto gli occhi ho ringraziato tutti ed ero al settimo cielo. Dottor Boccieri aveva realizzato il mio sogno!
Il dolore? Quale dolore, proprio non ricordo. Ho solo visto dopo aver tolto i tamponi il mio volto cambiare totalmente. Era armonico. Il mio naso era perfetto e la cosa più importante respiravo perfettamente.In breve la mia timidezza era svanita, mi sentivo bene con me stessa, sicura e forte. 
Grazie a questa operazione ho avuto il coraggio di buttarmi nel mondo della moda, diventando una modella professionista."

N.L.

 

 
IN ETA' MATURA TROVARE IL TEMPO PER UNA RINOPLASTICA

Questo paziente si era trascurato da molto tempo dal correggere gli esiti di un trauma della piramide nasale accoppiati ad acuni vistosi inestetismi quali una gobba nasale ed una punta particolarmente cadente.

     
       

L’intervento chirurgico eseguito ha corretto la deviazione della piramide nasale, eliminato la gobba dorsale, sollevato e ruotato verso l’alto la punta, accorciato la lunghezza del naso. I risultati della rinoplastica dimostrano che la correzione di alcuni difetti nasali in età matura fa conseguire anche un certo ringiovanimento complessivo del volto.

Questo caso è stato pubblicato nel 2010 in un mio lavoro scientifico che descrive una nuova tecnica chirurgica:
“Barrel roll technique for the correction of long and concave lateral crura”
Archives of Facial Plastic Surgery . 2010; 12(6):415-21.

 
UNA RINOPLASTICA CHE FA ANCHE RINGIOVANIRE

Questa paziente lamentava la presenza di una vistosa gobba del dorso nasale ed una punta cadente.

       
       

L’analisi della paziente rivelava, oltre la evidente prominenza del gibbo dorsale, una punta cadente ed anche mal posizionata verticalmente in visione frontale. L’intervento di rinoplastica, oltre a regolarizzare il dorso, ha avuto l’obiettivo di rimodellare la punta e di ricollocarla nella giusta dimensione dello spazio. Il risultato finale mostra, non solo la correzione dei difetti estetici, ma anche un evidente “effetto di ringiovanimento” del volto.

Questo caso è stato pubblicato nel 2008 nel mio lavoro scientifico:
“The lateral crural stairstep techniquea modification of tje Kridel lateral crural overlay technique".
Archives of Facial Plastic Surgery. 2008;10(1):56-64.

 

 

 
Casi da 1 a 6 su un totale di 6