Armando Boccieri - Chi Sono
CHI SONO
INTERVISTE TV
Medicina 33 - 26 Maggio 2014 Medicina 33 - 31 Dicembre 2015

Armando BoccieriSono un medico che si è formato nell’Ospedale Pubblico a contatto negli anni con colleghi e pazienti dapprima nell’ambito della Otorinolaringoiatria e della Chirurgia Plastica e successivamente della Chirurgia Maxillo-Facciale dell’Ospedale S. Camillo di Roma dove attualmente sono Responsabile della Chirurgia nasale come titolare di questo incarico di alta specializzazione. Molti anni or sono è nato in me un grande interesse per la chirurgia nasale che ben presto si è trasformato in una vera e propria passione che non mi ha mai abbandonato fino ad oggi. Ho avuto la fortuna di avere alcuni maestri straordinari sia in Italia che all’estero e di poterli seguire imparando preziosi segreti. Tra questi grandi della chirurgia nasale il ricordo va soprattutto al Prof. Lionello Ponti, mio primario per tanti anni al S. Camillo ed al Prof. Russell Kridel con il quale ho collaborato ad Houston e che mi ha dato  la possibilità di apprendere alcune speciali tecniche chirurgiche che poi ho eseguito e divulgato in Italia.

Lionello Ponti

Il Prof. Lionello Ponti pioniere della rinoplastica in Italia e mio primo maestro

 

Huston

Con Russel Kridel a Huston: un altro grande maestro della chirurgia nasale


Quando opero una rinoplastica non ho la sensazione di compiere un lavoro ma sento di eseguire un atto in cui posso esprimere non solo la mia esperienza professionale ma anche la mia personalità artistica. Forse nasce proprio da questo la mia passione per la rinoplastica: è per me un intervento creativo.
Le armi tecniche in possesso del chirurgo plastico nasale devono essere numerose per poterle mettere al servizio del paziente. Ogni naso è un caso a sé, come ogni volto è un caso a sé ed ogni persona è differente da tutte le altre. Ecco perché mi sforzo sempre di entrare in sintonia e di stabilire un buon rapporto umano con chi si rivolge a me per una rinoplastica. Questo è l’aspetto più importante per ottenere un buon risultato: il cambiamento estetico non va deciso autonomamente dal chirurgo sulla base del suo gusto personale ma va concordato con il paziente dopo una attenta valutazione fatta insieme di quanto è tecnicamente  realizzabile e consigliabile.

Sala operatoria L’intervento chirurgico è solo un anello di una lunga catena fatta di tanti altri anelli egualmente importanti: le visite preoperatorie, le fotografie, la simulazione con il computer, le risposte alle domande ed ai dubbi prima dell’intervento, l’incoraggiamento prima di entrare in camera operatoria, la terapia postoperatoria, le medicazioni ed i controlli postoperatori anche a distanza ecc…
Penso che ogni tappa del percorso terapeutico sia importante e che gli aspetti psicologici dei pazienti in questo settore della chirurgia non vadano mai sottovalutati.
Un altro risvolto della mia impostazione professionale è quello di cercare risultati sempre migliori mettendo spesso in discussione procedure tecniche obsolete per trovarne altre in grado di risolvere meglio alcuni problemi presentati dai pazienti. Questa voglia costante di andare avanti è stata alla base degli studi scientifici che mi hanno portato alla realizzazione dialcune tecniche chirurgiche personali innovative apprezzate sia in Italia che all’estero.
Posso concludere rispondendo sinteticamente alla domanda iniziale dicendo che “sono un chirurgo che ama moltissimo l’intervento di rinoplastica a cui ha dedicato gran parte della sua vita”.